sabato 25 ottobre 2014

Una minivacanza rilassante e un vaso ricicloso

Negli ultimi dieci giorni sono stata un po' assente dal blog ed ho anche trascurato un po' le letture degli altri blog che seguo solitamente. 
Il motivo è che sono stata via qualche giorno. Sono andata a trovare i miei genitori in Sardegna e l'unico mezzo che avevo per connettermi alla rete era il mio smartphone.
Sarà che non sono abituata, ma ho trovato molto scomodo navigare su internet dal telefono.
Avevo proprio bisogno di riposarmi....sono andata da sola ed ho passato praticamente cinque giorni a dormire e leggere.....sì, finalmente sono riuscita a finire un libro intero! Ultimamente non riuscivo a trovare il tempo per leggere più di qualche pagina al giorno. 
Il libro che ho letto è Peace Food di Rudiger Dahlke, che tratta dei benefici fisici e spirituali dell'alimentazione vegana. Se siete interessati a saperne di più sull'alimentazione e sugli effetti che ha il cibo sul nostro benessere psicofisico, vi consiglio di leggerlo. L'autore è un medico, psicoterapeuta che ha scritto anche altri libri molto interessanti sul significato ed il messaggio della malattia.

Tornando alla mia mini vacanza, avevo anche bisogno di staccare un po' dalla "dipendenza" da internet, ultimamente passavo troppo tempo davanti allo schermo, trascurando troppo altri interessi!
Anche il blog lo sentivo quasi come un obbligo, anzichè un piacere e questa sensazione non mi piaceva affatto!
Ogni tanto credo sia necessario interrompere la routine e spezzare un po' certi eccessi, per riportarsi nel giusto equilibrio.
Così ho passato questi giorni, anche se pochi, in compagnia dei miei genitori, in completo relax....ci voleva proprio!
I giorni successivi il mio ritorno dalla minivacanza sono andata al lavoro che, sommato alle incombenze quotidiane tra animali, casa e orto, mi hanno fatto riaccumulare un po' di stanchezza e così oggi ho voluto recuperare un po' di relax dedicandomi ad un'attività creativa riciclosa......



la realizzazione di un vaso per i fiori ricavato da una bottiglia di passata di pomodoro, degli stecchi dei gelati, del colore acrilico e un po' di spago.





Per prima cosa ho colorato con i colori acrilici gli stecchi dei gelati. 



Poi, mentre il colore asciugava, ho ricoperto il fondo della bottiglia con lo spago, incollandolo al vetro con la colla a caldo. 



Sempre con la colla a caldo ho incollato gli stecchi alla parte centrale della bottiglia e infine ho rifinito la parte alta nuovamente con la corda.




Ed ecco un nuovo vaso per le mie rose ^_^


Beh.......come sempre l'esecuzione è tutt'altro che perfetta (devo imparare ad usare meglio la colla a caldo), ma nel complesso mi piace......e poi mi sono rilassata a farlo!
Cosa ne pensate? Di questa idea di riciclo.....l'esecuzione lo so che è pessima :-(

sabato 11 ottobre 2014

Sapone purificante alle erbe mediterranee

Sta arrivando l'autunno o meglio, è già arrivato, anche se in alcune zone, come qui nel ponente ligure, sembra ancora estate!

La nostra pelle, alla fine della stagione estiva, è provata dal lungo periodo di caldo e sole intenso ed occorre quindi depurarla e purificarla. La lunga esposizione ai raggi solari può aver ispessito ed inaridito lo strato cutaneo e possono essersi accumulate tossine e impurità che non lasciano respirare adeguatamente la pelle.

In questo cambio di stagione, per prepararci ad affrontare la stagione fredda, è bene seguire anche una dieta purificante che elimini le tossine accumulate nel nostro corpo e di conseguenza anche nella nostra pelle.
E' possibile aiutare questa purificazione anche dall'esterno, attraverso cure mirate per la nostra pelle e leggeri scrub che aiutino a rimuovere le cellule morte.

E, perchè no, anche utilizzando per la doccia quotidiana un sapone purificante e leggermente esfoliante, oltre che piacevolmente profumato.


Questo sapone che vi propongo è leggermente esfoliante grazie alla polvere di noccioli di olive, che svolgono un'azione scrub, ma senza irritare la pelle.


L'effetto purificante di questo sapone è dovuto alla presenza di argilla verde e di oleoliti ed olii essenziali estratti da erbe mediterranee e più precisamente timo, rosmarino e lavanda.


Quello che vi occorre per fare questo sapone è:

OLII E BURRI
  • 1000 gr. di olio extravergine di oliva biologico
  • 150 gr. di olio di ricino biologico
  • 200 gr. di olio di cocco biologico
  • 150 gr. di burro di karitè biologico
PER LA SOLUZIONE CAUSTICA
  • 420 gr. di acqua demineralizzata
  • 199 gr. di soda caustica
AL NASTRO
  • 45 gr. di oleolito di rosmarino biologico
  • 20 gr. di polvere di noccioli di oliva
  • 5 gr. di argilla verde ventilata
  • 15 gr. di olio essenziale di lavanda
  • 5 gr. di olio essenziale di rosmarino
  • 3 gr. di olio essenziale di timo

L'argilla verde ha moltissime proprietà che la rendono uno dei rimedi naturali per eccellenza. Ha un grande potere rigenerante, contrasta l'invecchiamento della pelle e contrasta l'acne, grazie alle sue proprietà assorbenti ed antisettiche. Lo strato di cellule morte della pelle viene anche rimosso grazie alla sua delicata azione esfoliante.


Il rosmarino è stimolante e rivitalizzante, normalizza la secrezione sebacea, è stimolante della circolazione periferica e purifica la pelle aiutando anche nei casi di dermatite.


Il timo è un potente antisettico, stimola la circolazione sanguigna, regola la secrezione di sebo e svolge azione defatigante.

La lavanda non ha certo bisogno di particolare presentazione, tutti conosciamo le sue numerosissime proprietà benefiche per il benessere psico corporeo. Sulla pelle ha proprietà cicatrizzanti e antisettiche ed è utilissima per la pelle impura e colpita da acne.



Questo sapone è quindi perfetto per le pelli grasse in ogni momento dell'anno, ma anche adatto a tutti i tipi di pelle nei cambi di stagione, quando c'è bisogno di purificarla.









Anche questo sapone sarà disponibile nel mio shop DaWanda, dopo la necessaria maturazione di circa 40 giorni. 


Con  questo post partecipo al Linky Party di Dolcezze Creative 

DOLCEZZE CREATIVE

domenica 5 ottobre 2014

Lo swap di Lisa e le sue eco spugne tawashi

Circa un mesetto fa ho partecipato ad uno swap molto carino, quello di Lisa del blog Il Mondo di Tabitha. 
Era il suo primo swap e bisognava indovinare quale strumento musicale avrebbe voluto imparare a suonare Lisa. 
Anzi gli strumenti che vorrebbe imparare a suonare in realtà sono due, così abbiamo vinto sia io che Francesca del blog Crocheting With Love.
Io ho indovinato  l'arpa, che è uno strumento che amo molto! Il suo suono così dolce ed armonioso mi incanta letteralmente!
Il premio per lo swap era una splendida fascia copri orecchie, che io ho scelto nel colore blu petrolio.


Ma Lisa non si è limitata ad inviarmi la fascia, mi ha inviato anche tante altre bellissime cose......



Alcuni cartoncini dalle fantasie molto delicate, un foglio di adesivi molto carini raffiguranti dei variopinti uccellini, una targhetta in legno "Home sweet home" e due meravigliose spugne fatte all'uncinetto, una per i piatti e una per la doccia.


Le spugne sono quelle che mi hanno colpito di più perchè le trovo veramente belle ed originali!
Lisa mi ha detto che l'idea non è sua ma sono spugne utilizzate in Giappone......così mi sono incuriosita ed ho fatto una ricerca....
Ed ho scoperto che si chiamano tawashi (letteralmente "fagotto") e sono utilizzate in Giappone per massaggiare il corpo e fare così uno scrub della pelle, sotto la doccia o nella vasca da bagno. 
Hanno una forma a spirale e sono realizzate all'uncinetto, in cotone,  in lana o in fibre acriliche, per un effetto più "strong".
Sono anche utilizzate per lavare i piatti e per il demaquillage.

Quella di Lisa è la versione eco tawashi, realizzata in cotone, dai colori molto delicati e con un tipo di lavorazione che garantisce un leggero effetto scrub
Queste spugne, oltre ad essere belle e funzionali, sono anche eco friendly, in quanto, avendo la possibilità di lavarle ed igienizzarle in lavatrice, possono essere utilizzate un'infinità di volte.

E' stata davvero una bella scoperta, grazie a Lisa!

Ed ho voluto subito provare la spugna più grande durante il bel bagno rilassante di oggi....la sensazione sulla pelle è davvero piacevole, delicatamente esfoliante!



Cosa c'è di meglio di un bel bagno caldo a lume di candela e un buon libro per smaltire lo stress della settimana?

La spugna più piccola, quella per i piatti, l'ho utilizzata per lavare i miei utensili da spignatto usati oggi per fare la crema per le mani.....e si è rivelata ottima, deterge benissimo senza graffiare!


Bravissima Lisa per queste tue ingegnose creazioni!


E grazie per questo swap e per i tuoi preziosi doni!

Non è la prima volta che ho il privilegio di avere una delle belle creazioni di Lisa e se volete averne una anche voi, visitate il suo negozio DaWanda.


Se invece volete vedere cosa ho inviato io a Lisa per lo swap, potete guardare qui.

Con questo post partecipo al linky party di Alex di C'è crisi, c'è crisi
Linky Party C'e' Crisi
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...