lunedì 11 settembre 2017

Curry di ceci con patate e zucca

Evviva, finalmente ci sono le prime zucche!

La zucca è uno dei miei ortaggi preferiti, versatile, dolce e saporita, perfetta da inserire nelle più svariate ricette, dagli antipasti ai dolci.

La zucca ha ottimi valori nutrizionali pur essendo poco calorica.
E' ricca di betacarotene, che il nostro corpo utilizza per produrre la vitamina A, oltre che di vitamine B e C e minerali come il calcio, il fosforo, il potassio e il magnesio.

Insomma un ortaggio ricco di proprietà benefiche!

Visto che il mio orto non ne vuole proprio sapere di produrre zucche (ogni anno ci provo ma ricavo al massimo qualche fiore) le acquisto da Roberto, il mio contadino di fiducia che mi fornisce tutto l'anno di verdurine biologiche buonissime. Questa è la seconda della stagione che prendo ed oggi ho pensato di inserirne mezza in un gustosissimo curry insieme a ceci e patate.


Se volete provarlo, ecco cosa vi occorre per prepararlo per 4 persone:

- 250 gr. di ceci secchi
- 1 cipolla
- 1 spicchio di aglio
- 4 patate (circa 500 gr.) 
- circa 500 gr. di zucca 
- brodo vegetale
- 2 cucchiaini di curry
- olio 
- sale

Lavate i ceci, metteteli in una ciotola e lasciateli a bagno insieme ad un pezzetto di alga kombu (li rende più digeribili) per circa 10/12 ore.

Quindi scolateli, sciacquateli e metteteli a cuocere insieme all'alga in abbondante acqua. Cuocete per circa 1 ora e mezza dall'ebollizione. Una volta cotti, scolateli, eliminate l'alga e metteteli da parte.

Mentre i ceci cuociono preparate un po' di brodo vegetale con carota, sedano, patata e prezzemolo e quando è pronto mettetelo da parte.

Intanto pulite la zucca, sbucciatela e tagliatela a dadini.


Sbucciate anche le patate e tagliatele a dadini.


In un wok o in un'altra capiente padella versate un po' di olio e fate rosolare lo spicchio di aglio. Quando si sarà colorito, eliminatelo e versate nell'olio la cipolla affettata finemente.


Aggiungete un paio di cucchiai di brodo vegetale e fate appassire la cipolla per qualche minuto. Quindi aggiungete il curry e mescolate.



Aggiungete alle cipolle anche i cubetti di patate e fate rosolare per qualche minuto, mescolando per amalgamare.


Quindi aggiungete anche la zucca, fate rosolare ancora qualche minuto, sempre amalgamando bene e poi aggiungete due bicchieri di brodo e il sale. Coprite e lasciate cuocere a fuoco basso per una decina di minuti.


Aggiungete infine i ceci, regolate di sale, mescolate e continuate la cottura per ancora sette o otto minuti, finchè le patate e la zucca saranno morbide ma non disfatte.
Se necessario aggiungete altro brodo durante la cottura.


Quando tutto il brodo sarà assorbito, impiattate ancora caldo e gustate. 


A noi è piaciuto tantissimo! :-)


Fonte: http://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/zucca-proprieta-benefici-controindicazioni/ca
calcio, fosforo, potassio, zinco, selenio e magnesio

Fonte: http://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/zucca-proprieta-benefici-controindicazioni/

Nota sul curry:
E' un mix di spezie tra cui cumino, curcuma, coriandolo, chiodi di garofano, zenzero, noce moscata, pepe nero e fieno greco ed è un ottimo disinfettante ed antinfiammatorio di tutto l'apparato gastrointestinale.
Proprio grazie alla curcumina protegge lo stomaco, il fegato e l'intestino, oltre ad essere un valido alleato contro artrite e reumatismi. Inoltre regola il metabolismo ed aiuta a bruciare i grassi.

mercoledì 2 agosto 2017

Polpettine speziate con okara di soia



Ehilà! :-)
Chi mi segue avrà notato che mi sono presa una luuuunga pausa dal blog...
Diciamo che, più in generale, ho ridotto moltissimo il tempo passato davanti al PC perchè sentivo (e a dire il vero sento ancora) la necessità di dedicarmi di più alla vita vera, piuttosto che a quella virtuale.
Nulla di premeditato e/o organizzato, ma un'esigenza nata spontanea pian piano e ... niente, in pratica ogni volta che mi dicevo: "cavolo, è passato parecchio tempo dall'ultimo post, dovrei scrivere qualcosa" mi rendevo però conto che la voglia di mettermi davanti al PC non arrivava e neanche un'idea sulla quale scrivere qualcosa di interessante ...

In questi due mesi abbondanti mi sono però dedicata a molte altre cose belle :D:

- ho fatto da mamma ad un pulcino di rondine (per l'esattezza un rondone) probabilmente caduto dal nido che, dopo averci fatto compagnia per due settimane ed essersi irrobustito per bene, è stato pronto per il suo primo volo. E' stata un'esperienza fantastica e la liberazione è stata emozionante oltre ogni aspettativa!

Il rondone ed io :-)

Ehi che fai? Mi fotografi?!??!? :D

- mi sono innamorata follemente di Orfeo, la new entry nella nostra famiglia, un gattino bianco e rosso semplicemente adorabile! In realtà siamo tutti innamorati persi di lui, anche gli altri pelosini di casa. Joy (il Dogue di Bordeaux) lo adora letteralmente, passa il suo tempo a tenerlo d'occhio, baciarlo e giocare con lui a nascondino, tanto da sembrare persino ringiovanita <3

Orfeo, il rubacuori <3
- mi sono dedicata alla produzione di piccole saponette e di candeline di cera di soia alla lavanda confezionate in piccoli sacchettini di stoffa commissionatami da mia figlia che ha voluto regalarli alle sue amiche come ringraziamento di partecipazione alla festa organizzata a Londra in occasione del suo 30mo compleanno (mamma mia come passa il tempo!!! :o )

Candeline di cera di soia alla lavanda con riciclo dei vasettini delle marmellate

Roselline di sapone alla lavanda
 

- ho preparato quantità esagerate di marmellate di albicocche, albicocche sciroppate, albicocche secche, liquore di albicocche, mousse di albicocche, torte rovesciate di albicocche, crostate di albicocche, crumble di albicocche, ghiaccioli e sorbetti di albicocche grazie al nostro alberino che quest'anno ha dato il meglio di sè, regalandoci grandi quantità di succose, dolcissime e grandissime albicocche!

Le nostre albicocche
Le mie produzioni a base di albicocche :P
- ho letto il libro "Il miracolo del PH alcalino" nel quale Robert Young sostiene che ogni malattia si sviluppa in ambiente acido, mentre un corpo alcalino dona più energia, vitalità e salute. Quindi sto provando un'alimentazione a base di cibi alcalinizzanti e in gran parte crudi e, dopo aver fatto alcune prove testando il PH delle urine con le cartine tornasole, mi è parso funzionare davvero. Sto ancora approfondendo l'argomento, ma credo che mi orienterò sempre più verso questo tipo di alimentazione. 

- siccome pare che la produzione prevalente di quest'anno dell'orto di Roberto, il mio contadino di fiducia, siano i pomodori San Marzano, ho essiccato (e ancora sto essiccando) pomodori a tutto spiano, da conservare sott'olio e gustare tutto l'inverno...io li adoro!

Pomodori sottolio
- oltre a dedicarmi ad albicocche e pomodori, in cucina mi sono dedicata anche ad altre autoproduzioni. Tra le tante cose, ho fatto più volte il latte di mandorle che utilizzo per preparare il chia pudding, che ormai è diventato la mia colazione preferita (con l'okara di mandorle ho preparato buonissimi biscotti :P ). 
 
Latte di mandorle
Chia pudding con pesca frullata e lamelle di mandorle

Ho anche fatto spesso il tofu ed ho utilizzato l'okara di soia in varie ricette, l'ultima volta l'ho utilizzata per fare queste polpettine di cui vi lascio la ricetta...a noi sono piaciute molto, dal gusto direi "estivo", fresco e profumato.

Polpettine con okara di soia

Ingredienti:

- 170 gr di okara di soia
- 1 cipolla piccola
- 2 patate medie
- 1 carota e il suo ciuffo di foglie
- 1 piccolo gambo di sedano
- 1 zucchina (io ho utilizzato una trombetta)
- 1 peperone (io uno verde)
- sale 
- pepe
- erba cipollina
- aglio fresco o in polvere
- pangrattato
- dukkah autoprodotto (qui la ricetta) ......grazie Daria per avermelo fatto scoprire :-) 


Per prima cosa lavare bene le patate, metterle con la buccia in una pentola con acqua fredda, portare ad ebollizione e cuocere finchè saranno morbide. Quindi farle raffreddare, pelarle e passarle nello schiacciapatate.

Nel frattempo pulire e lavare le altre verdure, tagliarle a pezzetti e tritare tutto in un mixer.


Trasferire le verdure tritate in una ciotola capiente, aggiungere l'okara e le patate schiacciate e mescolare.




Aggiungere il sale e le spezie e mescolare bene con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo.

Versare in un piatto il pangrattato (un bicchiere circa) e 2 o 3 cucchiai di dukkah. 


Il dukkah è un mix di semi e spezie molto saporito a base di sesamo, coriandolo, cumino e nocciole. Se non lo avete potete aggiungere al pangrattato anche solo dei semini di sesamo, ma se vi va di provare a prepararvi il dukkah, vi assicuro che ne sarà valsa la pena, è saporitissimo!!!
Quindi con l'impasto di okara e verdure formate delle polpettine non troppo grandi (a me con queste dosi ne sono venute una trentina) e passatele nel mix di pangrattato e dukkah.


Man mano che le preparate, adagiatele su una teglia da forno precedentemente oliata ed infine infornate in forno ventilato già caldo a 180° per circa 30 minuti.




Sono ottime sia calde che fredde e ancora meglio se servite con un buon hummus di ceci... buon appetito!


lunedì 22 maggio 2017

Come sostituire la carne e i derivati animali



Spesso chi sta pensando di eliminare la carne e i derivati animali dalla propria alimentazione o ha appena fatto questa scelta è preoccupato di come sostituirli...la prima domanda che ci si pone è: "...e adesso cosa mangio?"

Vorrei spendere qualche parola per chiarire che per "carne" si intendono anche i pesci!
Infatti chi è sensibile alla tematica della sofferenza animale, dovrebbe considerare la sofferenza dei pesci allo stesso modo di quella di mucche, maiali, conigli e galline.
Ci sono studi scentifici che dimostrano che la sofferenza che provano i pesci, restando attaccati agli ami e morendo soffocati, è ancora maggiore di quella degli altri animali. Per chi volesse approfondire qui un link utile.
Chi sceglie di non mangiare carne per motivi etici ed antispecisti, oltre ad eliminare anche il pesce dalla propria alimentazione, non si ciba neanche dei derivati animali, ossia uova e latte, in quanto la produzione del latte e delle uova causa sofferenza animale in maniera forse ancora maggiore della produzione della carne stessa! Per chi volesse, a questo link è scaricabile gratuitamente un opuscolo che contiene spiegazioni molto approfondite sull'argomento.

Da un punto di vista nutrizionale le proteine animali sono perfettamente sostituibili con quelle vegetali, a patto di seguire un'alimentazione bilanciata a base di prodotti naturali, di stagione e sempre variati.
Le proteine sono contenute nei legumi, nei cereali, nei semi oleaginosi, nella frutta secca ed essiccata, nelle alghe e, anche se in misura minore, anche in frutta e verdura.

Ma, al di là dell'aspetto nutrizionale, chi ha appena fatto la scelta vegan si trova in difficoltà proprio nella preparazione dei pasti, quando si tratta di dover sostituire in tavola la portata del classico "secondo"!

Ecco allora qualche suggerimento per portare in tavola un buon secondo che sostituisca nutrizionalmente le proteine animali, senza rinunciare al piacere della buona tavola, con la consapevolezza che nessun essere senziente sia stato sacrificato...



Polpette e burger di legumi e cereali
Uno dei secondi più gustosi che si possono preparare nella cucina vegan sono i burger e le polpette di legumi, cereali e verdure, accompagnati magari da una bella insalatina mista. 
Si possono acquistare già pronti, ma sono anche semplicissimi da preparare in casa e sono perfetti per riciclare gli avanzi del giorno prima :-)
Si possono fare di lenticchie, riso, avena e carote come i burger di questa ricetta di Liliana, oppure con farina di ceci, bietole, patate e quinoa come queste polpettine, o con fagioli borlotti e riso come questi burger di Valentina, o ancora queste golosissime polpette al sugo di Daria, fatte con fagioli rossi e miglio.
Sfiziosissime queste cotolette di Valentina, fatte con piselli freschi e verdure.
L'elenco potrebbe proseguire all'infinito, l'unico limite è la nostra fantasia perchè si possono creare burger e polpette con tutti i legumi e i cereali, anche senza glutine, con l'aggiunta di verdure secondo i nostri gusti...basta sperimentare vari abbinamenti e trovare quelli che più ci piacciono! E se non si è portati per gli esperimenti e ci si vuole affidare a ricette già collaudate, facendo una semplice ricerca online ci sarà solo l'imbarazzo della scelta!


Burger di lenticchie, riso, avena e carote
Polpette con farina di ceci, bietole, patate e quinoa
Burger con fagioli borlotti e riso
Polpette con fagioli rossi e miglio
Cotolette di piselli freschi e verdure


Farifrittata, farinata, falafel, hummus e bastoncini di ceci
I ceci e la farina di ceci sono, a mio parere, fondamentali per molte preparazioni vegane, anche nei ripieni di torte salate, polpettoni e sformati. 
I falafel ad esempio sono un piatto tipico della tradizione mediorientale che può diventare un ottimo secondo piatto anche sulla nostra tavola. Si tratta di buonissime polpettine a base di ceci e spezie che si possono preparare facilmente sia con un composto secco che si trova già pronto in commercio che partendo dai ceci secchi. Qui la ricetta.  
Con i ceci si prepara anche l'hummus, gustosissima salsa  che può accompagnare falafel o altri secondi piatti.
Anche la famosa farinata ligure è fatta a base di farina di ceci e può essere arricchita con erba cipollina, cipolla tritata, rucola o altre erbette.
Uno degli usi più interessanti della farina di ceci è quello della praparazione delle farifrittate, frittate ovviamente senza uova, con vari tipi di verdure come bietole, piselli, zucchine o patate e cipolle come questa.
Un'altro goloso piatto che si può preparare con la farina di ceci sono questi sfiziosi bastoncini, fatti appunto con farina di ceci, di mais e di riso

Falafel
Hummus di ceci

Farinata

Farifrittata di patate e cipolle

Bastoncini di ceci


Sformati, tortini, polpettoni, quiche e cocotte 
Per portare un buon secondo in tavola si può anche optare per tutta una serie di tortini, sformati, quiche, polpettoni e cocotte.
Fantastici ad esempio questo sformato di spinaci di Valentina e questo tortino di ceci e broccoli di Camiria.
E ancora questa golosissima quiche ai peperoni di Uno Cookbook, questa torta a base di lenticchie rosse e questo polpettone di pane e lenticchie.
E cosa ne pensate di queste fantastiche cocotte di crema di zucca e tofu? E di questo polpettone di verdure al curry?
Insomma, anche qui l'unico limite è la fantasia... 


Sformato di Spinaci
Tortino di ceci e broccoli
Quiche ai peperoni
Torta di lenticchie rosse

Polpettone di pane e lenticchie
 
Cocotte di zucca e tofu
Polpettone di verdure al curry

Insalate di legumi
I salutari legumi è anche possibile presentarli in tavola semplicemente sotto forma di insalata, cotti in acqua e poi conditi con olio, prezzemolo, cipolla e altre spezie, o in maniera più gustosa come ad esempio questi buonissimi ceci speziati con porri e uvetta di Manuela, oppure saltati in padella come questi ceci con porri e mele e cannellini con porri e castagne di Daria o ancora come questo curry di zucca verza e ceci di Lucy.


Ceci speziati con porri e uvetta
Ceci con porri e mele
Cannellini con porri e castagne



Formaggi vegetali
Come secondo da portare in tavola si può anche scegliere tra i vari tipi di formaggi vegetali, disponibili in commercio già pronti oppure da autoprodurre partendo dal latte vegetale o dalla frutta secca.
Qui la ricetta per la ricotta di mandorle, qui quella per il formaggio tipo quark, qui per la formaggella di noci di macadamia e nocciole, qui per il formaggio di anacardi e qui per la ricotta di soia.
In rete si trovano una miriade di ricette per autoprodurre vari tipi di  formaggi vegetali.

Ricotta di mandorle
Formaggio quark
Formaggella di noci di macadamia e nocciole
Formaggio di anacardi
Ricotta di soia

Seitan 
Il seitan è uno dei più classici sostituti della carne, alla quale è molto simile nell'aspetto. Si ottiene dalla lavorazione del glutine del grano, è molto gustoso, ma si ritiene non sia un bene abusarne in quanto, se consumato in quantità eccessive, potrebbe scatenare intolleranze al glutine.
E' possibile acquistarlo già pronto sotto forma di arrosto, fettine, tranci e wurstel oppure autoprodurlo, qui la ricetta. 
Con il seitan è possibile preparare ragù, spezzatino, involtini, arrosti, scaloppine, polpette, seitan tonnato e molte altre preparazioni come questi straccetti di seitan con mandorle e limone.

Seitan autoprodotto
Ragù di seitan
Spezzatino di seitan con crema di capperi e limone
Involtini di seitan con spinaci e nocciole
Arrosto di seitan
Polpette con salsa di pomodoro
Seitan tonnato
Straccetti di seitan con mandorle e limone

Tofu 
Il tofu è un ingrediente molto versatile in cucina. Ottenuto dal latte di soia cagliato, si può acquistare già pronto oppure prepararlo in casa partendo dal latte di soia commerciale o da quello autoprodotto.
Il tofu si può mangiare semplicemente tagliato a fettine e saltato in padella con salsa di soia, oppure a dadini nell'insalata verde o nelle insalate di riso o pasta, frullato ed inserito nel ripieno di torte salate come questa o anche strapazzato, come in questa golosa ricetta di Lucy, oppure in preparazioni dal gusto più deciso come questo tofu in salsa verde al limone e olive della ricetta di Carla.
Con il tofu è possibile preparare anche burger, polpette e medaglioni, come questo di Valentina, preparato con tofu e verza.

Torta speziata con zucca e spinaci
Tofu strapazzato
Tofu in salsa verde al limone e olive
Medaglioni con tofu e verza
Hemp-fu 
Come il tofu, ma fatto con il latte di canapa, è l'hemp-fu. Si autoproduce facilmente partendo dai semi di canapa ed è buonissimo! Ottimo con una insalatina di accompagnamento.
Qui la dettagliata ricetta di Daria per preparalo in casa.


Hemp-fu

Tempeh
Dal particolare sapore che ricorda noci e funghi è il tempeh, facilmente reperibile nei negozi del biologico e di alimentazione naturale, ma anche semplice da autoprodurre.
Qui la ricetta per farlo in casa.
Il tempeh è un cibo fermentato ottenuto dai fagioli di soia gialla e si può mangiare semplicemente saltato in padella, insaporito con un po' di salsa di soia oppure tagliato a dadini o a striscioline e saltato con patate e carote o altre verdure a piacere.
Qui una ricetta sfiziosa per tempeh in salsa agrodolce e qui per un tempeh in salsa speziata.

Tempeh autoprodotto
Tempeh saltato con patate e carote
Tempeh in salsa agrodolce

Tempeh in salsa speziata


Muscolo di grano e mopur
Dall'aspetto del tutto simile alla carne, il muscolo di grano viene preparato con il glutine di grano, come il seitan, ma con l'aggiunta di  farina di legumi.
Anche il mopur, come il muscolo di grano, è preparato con glutine di grano e farina di legumi, soprattutto lenticchie, ma con l'aggiunta del lievito madre, che rende il prodotto finito più digeribile.
Sia il muscolo di grano che il mopur si possono definire evoluzioni del seitan, ma l'apporto proteico di entrambi è migliore rispetto a quello del seitan perchè, essendo composti da cereali e legumi, contengono tutti gli amminoacidi essenziali.
Sia il muscolo di grano che il mopur si possono trovare in commercio sotto forma di arrosto, filetto, spezzatino, burger, ma anche affettati e salsicce.
Qui una delle molte ricette per preparare in casa il muscolo di grano e qui per autoprodurre il mopur.
Molti sono i modi di cucinare sia il muscolo di grano che il mopur, come ad esempio questo buonissimo stufato di muscolo di grano con verza e melagrana o questi straccetti all'orientale di Erbaviola o questo sfiziosissimo filetto ai mirtilli o ancora queste scaloppine di mopur ai funghi.

Stufato con verza e melagrana
Filetto di mopur ai mirtilli
Fettine di mopur ai funghi


E dopo questa carrellata di prelibatezze, per le quali ringrazio di cuore tutti gli autori, sicuramente chi pensava che mangiare vegano significasse mangiare in modo triste, monotono e privo di gusto si dovrà ricredere ;-)



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...