domenica 19 gennaio 2014

Brioches vegan con pasta madre


Visto che nel mio precedente post su come autoprodurre e mantenere viva la pasta madre, vi avevo detto che con la mia faccio pane, focacce,  biscotti e brioches, ho pensato di darvi la ricetta per fare queste fantastiche brioches.

Ingredienti (per 8 brioches):
  • 220 gr. di farina di semola
  • 60 gr. di farina 2
  • 125 gr. di pasta madre rinfrescata da qualche ora e lasciata a temperatura ambiente
  • 130 gr. di latte di riso
  • 30 gr. di olio di mais
  • 60 gr. di malto di mais
  • 1 cucchiaio di crema di mandorle
  • 1 pizzico di sale
  • crema al cioccolato o marmellata per guarnire
  • 2 cucchiai di malto di mais diluito con 1 cucchiaino di acqua calda per preparare il lucido


Per prima cosa sciogliere la pasta madre nel latte di riso e, quando è ben sciolta, aggiungere la farina 2, mescolare per incorporare ed aggiungere il cucchiaio di crema di mandorle ed il malto. Amalgamare bene ed aggiungere metà della farina di semola. Una volta che sarà ben incorporata aggiungere il pizzico di sale, mescolare ed aggiungere il resto della farina di semola. Impastare ed aggiungere infine l'olio, continuando ad impastare fino ad ottenere una palla liscia e morbida.



Mettere l'impasto così ottenuto a lievitare per circa 3 ore nella ciotola, coperta con un telo e lontano dalle correnti d'aria.
Non vi preoccupate se passate le tre ore l'impasto non sarà cresciuto di molto....è normale, le brioches cresceranno con la prossima lievitazione.
Passate le tre ore di lievitazione, infarinare bene il piano di lavoro e stendere l'impasto con il mattarello, fino a formare un rettangolo (a me più che un rettangolo viene sempre un ovale....;-)). Ritagliare del triangoli allungati con la rotella tagliapizza, posizionare un cucchiaino di crema di cioccolato o di marmellata sopra l'estremità larga di ogni triangolo ed arrotolarli su se stessi, partendo dal lato largo, quello con la crema.



Man mano che si arrotolano le brioches, posizionarle sulla teglia rivestita di carta da forno.


Lasciarle lievitare per circa 7/8 ore dentro il forno spento (se lievitano anche di più non è un problema, anzi migliorano!). 
Io inizio la preparazione di queste brioches nel tardo pomeriggio, così possono lievitare le prime tre ore e poi le metto in forma la sera, prima di andare a letto, le lascio lievitare tutta la notte e al mattino devo solo cuocerle.
Con questa seconda lunga lievitazione saranno cresciute bene ed avranno questo aspetto bello "cicciotto"



Cuocere infine nel forno già caldo a 180° per circa 20 minuti.
Sfornare, lasciare raffreddare leggermente e spennellare le brioches con il lucido, preparato con malto ed acqua.

Cuocendole al mattino avrete anche il vantaggio di poter fare colazione con brioches appena sfornate!

Enjoy it :-)



Con questo post partecipo al Linky Party by Topogina

 
Linky Party 2014

39 commenti:

  1. Hanno un aspetto davvero invitante... e poi, vuoi mettere il lusso di fare colazione con le brioches appena sfornate??? =)
    Buona domenica! =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, infatti.....facendo combaciare i tempi, sono pronte giusto giusto a colazione! Io ho fatto colazione stamattina con thè verde e brioches al cioccolato....slurp :-)
      Grazie, buona domenica anche a te
      Serena

      Elimina
  2. Buoooni! Mi fanno venire l'acquolina in bocca!!! *__*

    RispondiElimina
  3. Brioscine fatte in casa appena sfornate a colazione???Sarebbe un sogno...poi se venissero come le tue...mmmm...!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono semplicissime!!! Solo una lunga lievitazione.....forno......e la colazione è pronta! :-)

      Elimina
  4. mamma mia che belleeee!!!!!non ho mai provato a fare le brioches, le tue sono perfette.

    RispondiElimina
  5. Accidenti, devo proprio decidermi a rifare la pasta madre...guarda cosa mi perdo!
    Ps: io ho in casa il malto d'orzo, dici che vada bene al posto del malto di mais???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, va bene qualsiasi altro malto....io le ho già provate con il malto d'orzo e di riso e sono venute bene ugualmente, anche se sono malti leggermente più fluidi di quello di mais.
      Provale....ti piaceranno!
      Ciao
      Serena

      Elimina
  6. Oh santa brioches! Questa ricetta devo provarla...solo una domanda: ma la crema di mandorle a che serve e cosa è? C'è malto in abbondanza per dare forza al lievito...serve a dare ulteriore dolcezza all'impasto?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La crema di mandorle è fatta semplicemente di mandorle, che frullate molto, molto bene, diventano crema, sprigionando l'olio di cui sono ricche. La puoi trovare in qualsiasi negozio del biologico....forse anche in qualche supermercato (?) Serve a dare innanzitutto un ottimo sapore e poi le mandorle sono ricchissime di sali minerali, calcio, ferro e vitamina E, abbassano il colesterolo e sono energizzanti! Il malto è qui utilizzato come dolcificante, al posto dello zucchero.
      Prova.......e fammi sapere se ti sono piaciute :-)
      Ciao
      Serena

      Elimina
  7. Serena queste brioches sono favolose!!
    Avevo allevato una mia pasta madre tempo fa ma po l'avevo abbandonata in frigo e non é sopravvissuta.
    Devo trovare qualcuno che me ne doni altrimenti aspettare la primavera x ricominciare perché da me la temperatura é troppo bassa! Ho giâ i tuoi biscotti apountati, mi segno anche questa ricetta, entrambe da sperimentare subito appena ci sarà la PM.
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Sì, effettivamente l'unico impegno di cui necessita la pasta madre è proprio la costanza nel "nutrirla" con i rinfreschi. Se ti può essere utile, in questo sito http://pastamadre.blogspot.it/p/spacciatori-di-pasta-madre.html c'è un elenco di persone che mettono a disposizione la loro pasta madre e la donano gratuitamente a chi la richiede....c'è una mappa dove puoi trovare qualcuno nella tua zona.... Ti auguro di trovarla presto! Fammi sapere......:-)
      A presto
      Serena

      Elimina
  8. hmmmm sai che buone....mi sa tanto che e proverò ;)...ti ho conosciuta grazie al linky party di Topogina.....e ne sono veramente felice....se ti va passa a trovarmi...www.follipassioni.blogspot.it ciaoooooooooo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Martina, benvenuta!
      Passerò sicuramente a trovarti!
      Ciao
      Serena

      Elimina
  9. complimenti per il blog mi sono inscritta tra i lettori fissi:anch'io ho un blog se ti va di passare ne sarei molto lieta: http://libricheamore.blogspot.it/
    grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta Claudia!
      Passerò sicuramente a trovarti......anche perchè dal link capisco che tratti di libri....e io adoro i libri!
      A presto
      Serena

      Elimina
  10. Ciao Serena, vedo che anche tu preferisci il latte di riso a quello di soya. Che voglia che mi fanno le tue briochine vegane... quasi quasi mi metto a cucinare! Grazie per aver parteciparo al linky party con questo magnifico post, procedo a condividerlo sui social!

    Un bacione, alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, decisamente preferisco quello di riso! Il latte di soia mi piace solo per le preparazioni salate, tipo la besciamella, ma nei dolci uso quasi sempre quello di riso, dal gusto più delicato!
      Dai, dai......alla fine cucinare è un altro modo di esprimere creatività!
      Grazie a te che organizzi questi splendidi Linky Party, dove si conoscono un sacco di blog interessantissimi!
      Un abbraccio, a presto
      Serena

      Elimina
  11. Sono semplicemente fantastiche, io faccio spesso i panini dolci, non ho ancora mai provato le brioche!grzie me le segno!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Prego! Se le fai, fammi sapere se ti sono piaciute!
      Buona serata
      Serena

      Elimina
  12. Bellissime!
    Chissà se riesco a farle in versione gluten free.
    Grazie
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Norma, sicuramente il modo ci sarà per farle anche gluten free.......
      Prego, figurati!
      A presto
      Serena

      Elimina
  13. La consiglierò a mio fratello che è vegano. Hanno una bella faccia queste brioches

    RispondiElimina
  14. Pasta madre! Arrivo a leggere i tuoi post proprio ora che sperimento il lievito fatto in casa.che brioches invitanti!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene...........allora è proprio il momento giusto per provarle a fare!
      Vedrai, la pasta madre ti darà grandi soddisfazioni :-)
      Ciao
      Serena

      Elimina
  15. che meraviglia..e che acquolina!!!!

    RispondiElimina
  16. sono bellissime, fanno un pro incredibile. ora mi vado a leggere la ricetta sul come fare la pasta madre, è ora di provarci via..ciao teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Teresa,
      allora.......buona pasta madre! Vedrai ne sarai molto soddisfatta!!!
      A presto
      Serena

      Elimina
  17. Ciao, le tue brioche e sono favolose!!! Non storcere il naso ma...posso sostituire con lievito di birra? Se si quanto ne uso? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lady, grazie!
      Non ho mai provato a farle con il lievito di birra, ma penso che verrebbero ugualmente bene....potresti provare con circa 6 gr. di lievito di birra secco oppure 15 gr. di lievito di birra fresco. Credo inoltre che con il lievito di birra basterebbero meno ore di lievitazione...
      Se le provi fammi sapere :-)
      A presto
      Serena

      Elimina
  18. Grazie per aver risposto! Devo provare perché sembrano squisite, ti faccio sapere 😘

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...