domenica 22 giugno 2014

Antiparassitari naturali fai da te per l'orto e il giardino

Se vogliamo salvaguardare la salute del Pianeta e di conseguenza la salute di tutti i suoi abitanti, noi compresi, è necessario porre attenzione alle scelte che facciamo quotidianamente in ogni ambito della nostra vita.


Un ambito molto importante e con un enorme impatto ambientale è quello agricolo. 

I pesticidi, i diserbanti e i concimi chimici di laboratorio utilizzati in agricoltura sono una delle principali cause di inquinamento di terra e acqua, oltre che degli alimenti dei quali ci nutriamo. 

Questi prodotti sintetici producono effetti dannosi sia per l'ambiente che per le persone: 
  • inquinamento di mari, laghi e fiumi 
  • morte di uccelli, di insetti utili e di insetti impollinatori, essenziali per la vita stessa del Pianeta. La moria delle api, della quale si è parlato molto negli ultimi anni, è dovuta prevalentemente ai pesticidi killer
  • intossicazione dei lavoratori impegnati nella produzione di questi veleni
  • prodotti alimentari con residui tossici, ritenuti cancerogeni e molto pericolosi soprattutto per i bambini
Inoltre l'uso di questi veleni, oltre a compromettere la produttività dei terreni, aumenta la resistenza di microrganismi e piante infestanti che, col tempo, diventano immuni e quindi, per combatterli, occorre aumentare sempre più le dosi, aumentandone quindi la loro tossicità.

Cosa possiamo fare noi?

Sicuramente una delle scelte migliori che possiamo fare per cambiare questa rotta autodistruttiva intrapresa dall'umanità è quella di scegliere per la nostra alimentazione prodotti agricoli derivanti da coltivazioni sostenibili, biologiche e compatibili con l'ambiente. In questo modo salvaguarderemo non solo la nostra salute, ma anche quella del nostro Pianeta, perchè se la richiesta di prodotti biologici aumenterà, conseguentemente aumenterà la diffusione di un'agricoltura più pulita.

Un'altra scelta molto importante che possiamo fare, soprattutto se abbiamo un giardino o un orto, è quella di non utilizzare antiparassitari e concimi di sintesi, ma di combattere parassiti e malattie delle piante con preparati naturali che possiamo autoprodurre a casa nostra, partendo da sostanze vegetali o minerali, nel rispetto dell'ambiente.

Quindi per curare il nostro giardino, il nostro orto o anche solo le nostre piante d'appartamento possiamo preparare antiparassitari naturali e macerati di erbe che hanno funzione anticrittogamica e rinvigorente, a base di sostanze naturali come l'equiseto, l'ortica, l'olio di neem, l'aglio, il sapone di marsiglia, il tabacco e molte altre.

Ecco quindi qualche suggerimento per migliorare e mantenere lo stato di salute delle nostre piante e del terreno, nel rispetto dell'ambiente.


L'aglio è un ottimo pesticida naturale. 
Piantare alcuni bulbi di aglio ai piedi delle rose, degli alberi da frutta e anche di molte specie orticole, tiene lontani molti parassiti come afidi, tarli e coleotteri. Tra l'altro i fiori dell'aglio sono molto belli e delicati e abbelliranno ulteriormente il vostro giardino o il vostro orto.
Con l'aglio si può anche preparare un ottimo macerato antiparassitario e funghicida. Basta prendere tre o quattro spicchi di aglio, pestarli, metterli in un contenitore, versarci sopra un litro d'acqua bollente e fare macerare per un paio di giorni. Dopodichè filtrare e vaporizzare la miscela direttamente sulle foglie con un nebulizzatore. Le vaporizzazioni vanno effettuate sempre la sera, quando il sole è calato o al mattino presto.


L'ortica è un'ottima alleata delle nostre coltivazioni.
Facile da reperire perchè cresce spontanea in prati e boschi, l'ortica è un ottimo fertilizzante e antiparassitario allo stesso tempo. Il periodo che va dalla primavera all'estate è il momento migliore per raccoglierla e si può farne scorta, lasciandola seccare e avendola così a disposizione tutto l'anno per preparare il macerato.
Il macerato di ortica favorisce la crescita delle piante, sia della parte aerea che delle radici, nutre il terreno ed è attivo contro gli afidi, gli acari e altri insetti nocivi, insomma un vero e proprio toccasana per le nostre piante!
Come fertilizzante si può spruzzare nell'orto una volta a settimana e
si può preparare sia partendo dall'ortica fresca che da quella secca.
Occorrono:
  • 1 kg. di ortica fresca (la parte aerea della pianta) oppure 200 gr. di ortica essiccata  
  • 10 litri d'acqua, possibilmente piovana
Si procede mettendo l'ortica a macerare in acqua dentro un contenitore non metallico, coperto con una retina per evitare l'intrusione di insetti, per circa una decina di giorni, rigirando una volta al giorno. 
Posizionare il contenitore all'aperto, evitando le zone direttamente colpite dai raggi solari. Si spigionerà un odore forte e si formerà della schiuma. 
Il macerato sarà pronto quando sarà diventato molto scuro e non ci sarà più schiuma.
Filtrare e trasferire il macerato in un bidone chiuso. Si conserva anche per un anno, se addizionato di una piccola quantità di aceto (5/6 cucchiai per 10 litri), che blocchi la fermentazione.
Una volta pronto, prima di essere utilizzato, il macerato andrà diluito in rapporto di 1:20 e cioè 1 litro di macerato diluito in 20 litri di acqua. 
Potrà quindi essere nebulizzato sulle piante, come antiparassitario e rinvigorente oppure utilizzato per irrigare il terreno, ai piedi della pianta, come fertilizzante. Questo macerato può essere utilizzato in via preventiva, una volta alla settimana.


Il tabacco è ottimo contro gli afidi e le cimici.
Si prepara un macerato con circa 10 gr. di tabacco e 2 litri di acqua facendo macerare per 2 o 3 giorni. Poi si filtra e si nebulizza una volta alla settimana sulle foglie, soprattutto sulla pagina inferiore delle foglie.


Le foglie di pomodoro sono antiparassitarie. 
Si prepara un macerato con 2,5 kg. di foglie di pomodoro (anche le femminelle che si asportano dalle piante) e 10 lt. di acqua. Si lascia macerare per 3 giorni e poi si filtra. Il macerato si utilizza come repellente contro afidi, cavolaie e dorifore.
 

L'equiseto è ottimo contro oidio e altre malattie fungine.
Si utilizza sotto forma di macerato, che si prepara mettendo a macerare 1 kg. di equiseto fresco o 200 gr. di equiseto essiccato in 10 lt. di acqua per 24 ore. Dopodichè si fa bollire tutto per 30 minuti, si fa raffreddare e si filtra. Si utilizza poi il composto diluito in acqua in rapporto di 1:5 e si spruzza sulle foglie una volta ogni 10 giorni per prevenire tutte le malattie fungine.


Il sapone di marsiglia tiene lontani i parassiti.  
Si può ottenere un ottimo insetticida naturale con 100 gr. di sapone di marsiglia, 1 litro di acqua e 50 ml. di olio di semi. Si porta ad ebollizione l'acqua, si versa quindi il sapone grattugiato e si mescola per qualche minuto fino a completo scioglimento e poi si aggiunge l'olio. Si lascia raffreddare e si conserva il composto in un flacone. Si utilizzano 2 cucchiai di questo preparato disciolti in un litro di acqua e si nebulizza sulle foglie una volta alla settimana nelle ore più fresche. Tiene lontani i parassiti come afidi e cocciniglia.


L'olio di neem è un ottimo insetticida e funghicida.
Si versano 2 cucchiai di olio di neem puro in 5 litri di acqua, si aggiungono 10 gocce di olio essenziale di rosmarino e 10 gocce di olio essenziale di lavanda. Si mescola accuratamente e poi si nebulizza sulle piante, agitando continuamente perchè altrimenti acqua e olio tendono a separarsi. Gli olii essenziali hanno sia la funzione di antiparassitari che quella di profumatori, in quanto l'olio di neem ha un odore piuttosto sgradevole. L'olio di neem è utile contro acari, coleotteri, nematodi, afidi, nottue, dorifora, cocciniglia e ragnetto rosso ma è utilizzato con successo anche contro funghi e in particolare contro ruggine e oidio, batteri e alcuni virus. Tra le altre cose l'olio di neem ci aiuterà a tenere lontane le zanzare, infatti è un utile ingrediente per la preparazione di lozioni e spray antizanzare anche per il nostro corpo.

Attirare le coccinelle e gli altri insetti utili è un'ottima soluzione antiparassitaria.
Molti insetti sono utili per le nostre piante, come le coccinelle, che sono voraci predatori di afidi, ma anche api e sirfidi. Per attirare questi insetti amici nel nostro orto/giardino possiamo piantare alcune particolari piante che costituiscono il loro habitat ideale. Ad esempio possiamo piantare la calendula, il tarassaco, la potentilla, ma anche aromatiche come timo e salvia, oltre a non disturbare la fantastica ortica che, oltre ad essere un fantastico antiparassitario naturale, attira anche le coccinelle, utilissime per la lotta biologica.


I fiori nell'orto lo rendono più colorato e proteggono le piante dai parassiti. 
Seminare alcuni fiori nell'orto, vicino agli ortaggi, terrà lontani alcuni parassiti dalle piante e dal terreno. 
Ad esempio sarà utile seminare il tagete che, oltre a colorare di giallo-arancio il nostro orto, proteggerà le nostre verdure dai parassiti e ne migliorerà la crescita.
Oppure si potrà seminare il nasturzio, che tiene lontani gli afidi, soprattutto da pomodori e fagioli, o ancora la calendula che attira gli insetti benefici, predatori di quelli nocivi e tiene lontani i nematodi dal terreno.
Anche le piante aromatiche come salvia, rosmarino, basilico, menta e melissa andrebbero inserite nell'orto in quanto, se consociate correttamente, migliorano lo sviluppo ed il sapore degli ortaggi. 


La consociazione tra piante che agiscono in sinergia è molto utile nella lotta biologica ai parassiti.
Consociare correttamente le piante nell'orto è una pratica utile sia in termini di crescita e produttività maggiore, sia in termini di lotta antiparassitaria. Grazie alle sostanze che emettono nel terreno e al forte odore che emanano, alcune piante influenzano l'ambiente circostante e difendono le piante vicine. Ad esempio l'aglio seminato vicino alle fragole, ai lamponi e alle rose svolge un'azione antifungina, la cipolla allontana la mosca dalla carota e viceversa la carota tiene lontana quella della cipolla, il basilico, se associato ai pomodori, ne migliora il gusto e respinge mosche e zanzare, la camomilla se coltivata vicino ai porri tiene lontana la tignola, rosmarino e salvia proteggono dagli insetti nocivi fagioli e carote, il timo, vicino ai cavoli allontana la farfalla cavolaia.
Potete trovare qui un'utile tabella delle consociazioni.

Come abbiamo visto la natura ci offre ottimi prodotti che migliorano la crescita delle nostre piante e le proteggono, salvaguardando allo stesso tempo la salute del terreno e dell'intero Pianeta!


Con questo post partecipo al Linky Party di Alex
 
Linky Party C'e' Crisi

34 commenti:

  1. Buona domenica Serena! E grazie per tutte le informazioni utili che condividi, i tuoi saponi sono una garanzia!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabrina, grazie!
      Buona domenica anche a te ^_^
      Serena

      Elimina
  2. ciao
    ho sentito parlare molto bene dell'olio di neem

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, è veramente un portento! Oltre ad essere uno straordinario antiparassitario è anche idratante e antiossidante! Io lo uso molto in questo periodo anche per preparare unguenti e spray antizanzare....
      Ciao
      Serena

      Elimina
  3. Il macerato d'ortica lo uso da tre anni nel mio piccolo orto e confermo il suo buon funzionamento. Molto utile questo post, grazie Serena.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Terra ha veramente tutto il necessario per curare se stessa ed i suoi abitanti :-)
      Grazie a te per aver condiviso la tua esperienza con l'ortica!
      A presto
      Serena

      Elimina
  4. Quanti bei consigli amica mia cara, io che sono sempre contraria a mettere qualsiasi prodotto chimico in giardino anche per i miei animali..
    Ho preso nota di tutto quello che hai scritto e spero di farne buon uso..
    Grazie di cuore e un bacio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella, grazie a te!
      Un abbraccio
      Serena

      Elimina
  5. Sei una miniera di idee io ho il giardino e cercherò di seguire i tuoi utili consigli; se hai un pò di tempo vieni da me c'è una sorpresa per te, penso che la meriti!
    Ciao
    http://passioniandcuriosita.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      Grazie mille!
      Buona giornata ^_^
      Serena

      Elimina
  6. Un'altra perla da racchiudere nello scrigno di Pinterest.
    Grazie Serena! =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Dani, grazie!
      Ma sai che mi sono iscitta a Pinterest ma non lo tengo per niente in considerazione!?!??!?!
      Adesso che me l'hai ricordato vado a capire un po' meglio come funziona....non so perchè ma il mio cervello lo considera solo un archivio di foto.....invece so che è molto di più!
      Grazie, buona giornata
      Serena

      Elimina
  7. Che utile carrellata! Quasi tutti questi rimedi li uso efficacemente nell'orto... mi mancava l'uso delle foglie di pomodoro. Grazie per le dritte!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Daria,
      l'unico problema per le foglie di pomodoro è riuscire ad averne abbastanza da poter fare un quantitativo "decente" di macerato......ma anche poco è comunque utile!
      Buona giornata
      Serena

      Elimina
  8. Ma quante notizie utili!
    Alcune le conoscevo ma altre proprio no. Ma c'è sempre da imparare!
    Grazie di cuore Serena.
    Un abbraccio Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maria, grazie a te per essere passata a trovarmi! ^_^
      Buona giornata
      Serena

      Elimina
  9. Ciao, ti ho trovata tramite il linky party # 100 e ora ti seguo come lettrice fissa con molto piacere.
    So che nel tuo blog potrò trovare le risorse di cui spesso ho bisogno nel mio giardino, come in quest'ultimo post. Molto utile e molto interessante, complimenti.
    Se ti piace cucinare, ti invito a fare un giro sulle mie pagine profumodibroccoli.blogspot.it
    Ciao,
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziana, benvenuta!
      Grazie per i complimenti ^_^
      Mi piace molto cucinare, perciò.......vado a farmi un giro da te...^_^
      A presto
      Serena

      Elimina
  10. Consigli utilissimi! Io quest'anno sto provando per la prima volta a fare l'orto sul terrazzo e non mi piace per niente l'idea di usare prodotti chimici per allontanare i parassiti. Proverò ad applicare qualcuna delle soluzioni che hai indicato!
    Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Brava! Vedrai che ti troverai bene e mangerai prodotti sani!
      Grazie a te e buona serata
      Serena

      Elimina
  11. Serena, questo post capita proprio a fagiolo, anzi, a peperoncino.
    Mi madre è in vacanza e mi ha raccomandato di curare e bagnare le sue piante, cosa che faccio puntualmente ma sopo nemmeno 3 settimane ho già "perso" un pinetto, il basilico, la rucola, un peperoncino ha tutte le foglie mangiate e la salvia ha un colore grigio e perde una polverina marrone dalle foglie, vorrei tirarla via ma mi fa un po' schifo.
    Dato che si tratta di cose che vorrei mangiare (la salvia non più ovviamente) non posso usare antiparassitari chimici, i tuoi consigli sono fantastici, proverò col macerato di aglio che mi sembra quello più facile.
    Grazie
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Norma!
      Mamma mia, quante perdite!!! Mi dispiace :-(
      Sì, il macerato d'aglio è semplicissimo da preparare....
      Spero ti possa essere utile!
      A presto
      Serena

      Elimina
  12. molto utile, quello che stavo cercando per liberare i miei fagiolini da afidi e cimici! Ile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ile,
      allora.....buona vita a i tuoi fagiolini ^_^
      A presto
      Serena

      Elimina
  13. Articolo utilissimo! Spesso vedo richieste di aiuto riguardo gli insetti sulle piante. Grazie mille per questi consigli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roberta, grazie a te!
      A presto
      Serena

      Elimina
  14. Ciao Serena! E' un po' che non passo a trovarti, sono stata parecchio assente ultimamente col web.. guarda cosa mi stavo perdendo!
    Sai che l'anno scorso ho patito molto perché gli afidi hanno devastato le mie amate rose e poi mi si sono ammalate anche le altre piante.. da lì ho iniziato a informarmi perché non voglio assolutamente usare nulla di chimico. Innanzitutto perché coltivo da me l'insalata, pomodori, limoni, nespole, zucche.. lo faccio per mangiare cibo sano, altrimenti tanto varrebbe prenderli in negozio. Quindi non avrebbe senso. Poi anche perché ho i gatti e il cane e avrei paura per loro, che possano entrare in contatto con sostanze nocive. E per l'ambiente. Come hai scritto tu molto bene.
    Quest'anno ho semplicemente interrato in ogni vaso degli spicchi d'aglio e piantato la calendula ( quanto è bella! ) che attira tantissimi simpatici insetti. Non ho un bruco, né afidi, nulla. E' la prima volta che mi trovo con le rose SANE e anche tutto il resto! Fai bene a diffondere queste informazioni in questo spazio, perché tante persone potranno cambiare abitudine e scoprire una via più sana di coltivare :-)
    un bacione Sere!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lucy!
      Hai ragione, anche secondo me non ha senso coltivare le proprie verdure ed usare i prodotti chimici....... allora tanto vale andarle a comprare al supermercato! Se uno si coltiva il proprio cibo è proprio per mangiare qualcosa di sano!
      Anche io adoro la calendula, il suo colore caldo mette allegria....è anche il principale ingrediente dei miei oleoliti e dei miei saponi!
      Un abbraccio e buona domenica :-)
      Serena

      Elimina
  15. Ciao dolcissima *-* se ti puo’ interessare abbiamo indetto un Linky Party Beach – Summer Fest sulla nostra pagina http://cocamideva-and-julypeg.blogspot.it/2014/06/summer-fest-beach-link-party-2014.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, certo che mi interessa un linky party!!! Si conoscono sempre nuovi blog..........alcuni tra i più interessanti che seguo li ho trovati con i linky party!
      Arrivoooooo

      Elimina
  16. Questo è proprio il post che cercavo! grazie grazie grazie!....troppo interessante il tuo blog!

    Laura

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te! Il tuo apprezzamento mi rende felice ^_^
      A presto
      Serena

      Elimina
  17. Ciao Serena, mi sono ridotta ora a leggere il tuo utilissimo post. Ho scoperto che a causarmi il problema con le piantine aromatiche sono dei bruchi: sono voraci come non so cosa! A me spiace ucciderli, ma perché non se ne vanno nel terrazzo della vicina... che come tutti sanno è sempre più verde?! Se il problema persiste, magari potrei provare con l'aglio: magari gli rendo le foglie delle mie povere piante un po' meno gradite...
    Grazie e buon inizio settimana :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia!
      Già... si sa.....che l'erba del vicino è sempre più verde .....ma chissà, forse i bruchi sono daltonici?????Ahhahahha
      Sì, ho letto che contro i bruchi è utile l'aglio, ma non ho mai sperimentato personalmente.....perciò non ti so dire con precisione....
      Buonanotte
      Serena

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...