sabato 8 febbraio 2014

I colori e la cromoterapia per ritrovare l'equilibrio psico-corporeo



I colori fanno parte della vita quotidiana di tutti noi, viviamo immersi nei colori, ma forse non tutti sanno che ogni colore altro non è che la percezione visiva di una radiazione di determinata lunghezza d'onda e intensità dello spettro visibile della luce.

Secondo la cromoterapia i colori, essendo appunto vibrazioni di ampiezza e intensità diverse, hanno una grande influenza sui nostri pensieri, sulle nostre emozioni e sui nostri stati d'animo e possono quindi essere utilizzati per ritrovare il naturale equilibrio di corpo e mente. Alcuni colori hanno un effetto rilassante, altri energizzante e altri ancora stimolante.

La cromoterapia è una pratica naturale utilizzata dalla medicina olistica e conosciuta già nell'antichità; sia gli Egizi che i Greci ne facevano uso ed anche in Oriente, in Cina, India e Tibet viene praticata da sempre come terapia per molti tipi di malattie.

Secondo la cromoterapia il nostro corpo assorbe le vibrazioni dei colori in molti modi, tramite la pelle, gli occhi, l'alimentazione ed i chakra, centri energetici situati nel nostro corpo codificati dallo yoga, dalla medicina ayurvedica e da altre filosofie orientali. 

Il metodo più utilizzato per l'applicazione della cromoterapia è quello dell'irradiazione con luce colorata, in base al problema specifico, ma può anche essere applicata attraverso i colori dei cibi, o i colori degli abiti da indossare o attraverso le acque colorate con cui fare il bagno o anche solo con particolari visualizzazioni del colore adatto a risolvere il particolare squilibrio.
L' applicazione della cromoterapia attraverso l'irradiazione consiste nel sottoporre l'individuo o una parte del corpo ad un trattamento con lampade colorate, che è possibile realizzare anche homemade applicando filtri o gelatine colorate per la fotografia ad una semplice lampada o applicando delle lampadine colorate.

Quindi, anche senza voler entrare nello specifico della cura delle malattie, possiamo sperimentare anche da soli, nella vita quotidiana, gli effetti benefici dei colori, ad esempio in un momento di particolare stress potremo ottenere sollievo con il colore blu oppure, se siamo giù di tono, potremo ottenere nuova energia con il giallo o il rosso.
Anche i colori delle pareti di casa o i colori degli abiti che indossiamo possono influenzare il nostro umore.

Ma vediamo nel dettaglio le proprietà di alcuni colori:
  • il blu è il colore dell'armonia interiore, è calmante e rilassante, contribuisce anche ad attenuare il mal di testa e i dolori articolari. Un bendaggio intorno al polso in tessuto naturale di colore blu può alleviare il mal di testa. Mangiare cibi blu/viola aiuta a ridurre la fame ed aiuta in caso di problemi al fegato, alla vista ed ai capillari sanguigni. E' il colore più indicato per le pareti della camera da letto e del bagno. Il blu non è un colore adatto alle persone depresse o con pressione bassa. Il blu è associato al quinto chakra, Vishudda.

  • il rosso rappresenta l'energia per eccellenza, è euforizzante, stimola la mente ed aiuta la circolazione sanguigna. E' il colore dell'eros e rende più passionali. E' indicato quando ci si sente stanchi e apatici. Mangiare cibi di colore rosso facilita l'eliminazione delle scorie ed aiuta a ritrovare fiducia in sè stessi. Negli ambienti domestici il rosso alle pareti andrebbe utilizzato con moderazione, soprattutto in camera da letto, in quanto troppo stimolante. Il colore rosso è da evitare in caso di febbre, infiammazione acuta, ansia, agitazione ed insonnia. Il colore rosso è associato al primo chakra, Muladhara. 

  • il viola è rilassante, allevia la stanchezza e favorisce la meditazione. Aumenta la spiritualità e la fantasia. Mangiare cibi di colore viola stimola l'attività cerebrale. Negli ambienti è un colore dall'effetto riposante ed è quindi indicato per il salotto o altri spazi dedicati al rilassamento. Il viola non è un colore adatto a persone tristi o depresse. Il viola è associato al settimo chakra, Sahasrara.

  • l'arancione rilassa il sistema nervoso, aiuta negli stati d'ansia, predispone all'ottimismo e alla positività, donando allegria. Stimola il metabolismo, dona energia e combatte l'anemia. Mangiare cibi arancioni stimola l'appetito ed è quindi indicato per gli inappetenti. L'arancione è indicato per le pareti di stanze dove si svolgono attività che richiedono energia, come ad esempio le palestre. Va utilizzato con moderazione da chi ha disturbi alimentari in quanto stimola l'appetito. L'arancione è associato al secondo chakra, Svadhishthana.

  • il giallo genera buonumore, aiuta la concentrazione, con effetti stimolanti nello studio e rafforza il sistema immunitario. Aiuta ad eliminare le tossine. Mangiare cibi gialli stimola il buonumore e la creatività. Le pareti colorate di giallo sono indicate per la cucina e per la camera dei bambini. Il giallo è controindicato per chi ha infiammazioni acute e palpitazioni cardiache. Il giallo è associato al terzo chakra, Manipura.

  • il verde è un valido aiuto contro l'insonnia ed il mal di testa, rinforza l'apparato gastrointestinale e rilassa il sistema nervoso, favorendo la calma e l'armonia. Fissare a lungo il colore verde regala un senso di pace. Un bendaggio al polso di colore verde attenua la febbre. Mangiare cibi verdi aiuta a calmarsi, rilassarsi e a sentirsi in pace con il mondo. Il colore verde alle pareti è indicato per le stanze dedicate al relax ed alla vita conviviale. Il verde è il colore della natura e dell'equilibrio ed il suo utilizzo non ha pertanto controindicazioni. Il colore verde è associato al quarto chakra, Anahata.

Così, se abbiamo mal di testa possiamo chiudere gli occhi, concentrarci e visualizzare un bel prato verde, mettere al polso un nastro di cotone blu e mangiare una bella insalata verde o un piatto di spinaci al vapore.

Se ci sentiamo stanchi e abbiamo avuto una lunga giornata, ma abbiamo appuntamento con gli amici e non vogliamo rinunciare, mangiamo un bel piatto di pomodori, vestiamoci di rosso e saremo ricaricati per la nostra serata.

Se invece ci sentiamo un po' tristi possiamo applicare una lampadina gialla al nostro lampadario e, dopo esserci posizionati sotto la sua luce, rilassarci in poltrona coperti da un telo giallo, visualizzando un bel sole luminoso che ci irradia e ci riscalda.

Quando dobbiamo prendere un'importante decisione e i pensieri si affollano nella mente, impedendoci di essere lucidi, una lampadina viola farà al caso nostro, magari abbinando una meditazione sul respiro, immaginando che l'aria che respiriamo sia di colore viola e che entri dalla nostra bocca con l'inspirazione ed esca con l'espirazione irradiando il nostro corpo di colore. Ci può aiutare anche posizionare una pietra di ametista sul 7° chakra, situato sulla sommità della testa (dove da bambini c'era la fontanella).

Insomma, una volta apprese le proprietà di ogni colore possiamo sperimentare tutto quello che la fantasia ci suggerisce per mettere alla prova l'efficacia di questa antica terapia naturale.

Allora.....fatemi sapere le vostre esperienze con i colori......


16 commenti:

  1. Aiuto... adesso capisco perchè ho problemi con la bilancia...ho il soggiorno (con angolo cottura) con le pareti arancioniiiii!!!
    Interessantissimo post, me lo segno e torno a riuardarlo in caso di bisogno.
    Buon we! =)
    Daniela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. aahahahhahhah......beh, sarete però tutti molto allegri!!!!!!......ed è questo che conta, no?
      Grazie Daniela, a presto
      Serena

      Elimina
  2. Qualcosa sapevo già, infatti quando si è trattato di scegliere i colori delle pareti di casa abbiamo cercato di tenerne conto. La nostra cucina è gialla, e io l'adoro! E' l'ambiente di casa che preferisco!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche noi in casa abbiamo scelto i colori delle pareti in base alle proprietà dei colori.......anche le pareti della mia cucina sono gialle!

      Elimina
  3. CIao Serena,
    questo articolo è molto bello ed interessante! Complimenti!
    Avresti un libro da consigliare sulla cromoterapia? Volevo leggere qualcosa da tempo ma non ho ancora trovato nulla che mi ispirasse. TI ringrazio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sindel,
      io ti consiglierei "Cromoterapia" di Edizioni Mediterranee oppure "Cromoterapia. Guarire con i colori" di Aemetra, entrambi validi.
      Ciao, buona serata
      Serena

      Elimina
  4. Ciao Serena, questa frittata sembra davvero buona!!
    Inoltre volevo dirti che da me c'è un premio per te!!
    Ciao a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie! Vengo a vedere!
      Buona giornata
      Serena

      Elimina
  5. Interessantissimo questo post,avevo già sentito parlare della cromoterapia ma non in maniera così precisa.
    Ti ringrazio per le spiegazioni;ho sempre pensato che i colori avessero una notevole influenza sui nostri pensieri,
    adesso ne sono proprio convinta!

    Complimenti anche per il blog,ti seguo volentieri (:

    RispondiElimina
  6. Una bella guida ai colori
    Un caro saluto
    Ely

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Ely, un caro saluto anche a te!
      Buona giornata
      Serena

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...