mercoledì 8 marzo 2017

Un tranquillo weekend inglese

Sono tornata da un lungo e piacevole weekend nel Regno Unito, trascorso in parte a Londra, ma prevalentemente in quel che lì viene chiamato Seaside, ossia le cittadine costiere, e voglio condividere qualche foto e qualche suggerimento nel caso decideste anche voi per una vacanza sulla costa inglese meridionale.

Sottopasso di Hastings con un bellissimo mosaico in cima e le pareti affrescate che riproducono l'arazzo di Bayeux

Il giovedì pomeriggio ho preso da Nizza il volo per Londra e il venerdì mattina io, mia figlia e il mio "nipotino" Marley, che vivono a Londra, abbiamo preso il treno per St. Leonards on Sea, paesino che fa parte del distretto di Hastings, nel East Sussex, nell'Inghilterra del sud.

Eccoli, vi presento Noemi & Marley :-)

Noemi e Marley

Abbiamo soggiornato in una antica e caratteristica casa inglese, una cui ala era adibita a bed & breakfast. 

La casa che ci ha ospitato a St. Leonard

Avevamo prenotato con Airbnb, lo conoscete? E' un affidabile portale attivo in tutto il mondo, attraverso il quale le persone possono mettere a disposizione di chi viaggia una o più stanze della loro casa o anche l'intera casa. I vantaggi per chi va in vacanza con questa formula sono il prezzo molto ridotto rispetto ai classici canali e il fatto che si possono vivere i luoghi come se si fosse una persona del posto, con tutti i suggerimenti di chi ci vive realmente.

Devo dire che come mia prima esperienza con Airbnb è stata positivissima, ci siamo trovati molto bene, persone gentili, ottima accoglienza e organizzazione! Unico problema la stanza piuttosto freddina, nonostante il riscaldamento, a causa degli spifferi che arrivavano dalla finestra, non adeguatamente isolata.
La mia prossima esperienza con Airbnb sarà in occasione del viaggio a Barcellona che farò il mese prossimo insieme a mio marito in occasione del mio cinquantesimo compleanno....vi farò sapere, ma sono certa che sarà un'esperienza altrettanto positiva!

St. Leonards, pur conservando una sua identità separata, è in realtà la zona ovest di Hastings, una piccola città nel sud dell’Inghilterra, famosa per la battaglia di Hastings del 1066, quando Guglielmo il Conquistatore invase le isole britanniche dalla Normandia.  

Se si ha voglia di mare qui si possono fare lunghe passeggiate sul lungomare (seafront) e sul Hastings Pier, il tipico pontile della costa inglese con pavimentazione in legno. 

La spiaggia di Hastings

Lungomare di Hastings

Hastings Pier, il pontile

Ingresso al pontile

Installazione artistica sulla spiaggia

Lungomare di Hastings

Oppure si possono visitare le rovine del castello di Hastings, costruito da Guglielmo il Conquistatore, luogo molto affascinante che domina la città dalla cima di una collina.

Al castello
Ingresso al castello di Hastings

Noi purtroppo non abbiamo potuto visitarlo perchè è visitabile solo dalla fine di marzo alla fine di ottobre, ma abbiamo potuto godere del bellissimo panorama che si vede da lassù e fare una bella passeggiata sui prati nei pressi delle rovine del castello; ci siamo riempite gli occhi del bellissimo tono di verde che prevale su tutti gli altri colori! 

Il paese visto dalla collina del castello

Prati della collina di Hastings

La vista del Canale della Manica

Se invece si vuole godere di un'atmosfera un po' bohémien, si può gironzolare per i vicoli del centro storico curiosando nei caratteristici negozi di arte e antiquariato di cui è ricchissima questa città. Molti sono i negozi e le gallerie d'arte che supportano i numerosi artisti locali ed espongono le loro creazioni.

Centro storico di Hastings

Centro storico di Hastings

Via del centro storico

Bellissimo negozio di pietre e cristalli. Sono rimasta incantata a guardare l'infinità di pietre naturali e geodi stupendi

Negozio di articoli vintage

Galleria d'arte di artisti locali

Negozio di oggetti vintage e artistici

Laboratorio di tatuatori.

Negozio di tabacco e articoli per fumatori

Negozio di dolcetti tipici

Negozio di libri usati

Libreria/bar/ristorante thai dove avremmo voluto mangiare, ma purtroppo era chiuso

Cortile pittoresco con negozietti molto particolari

Negozio di antichità

Per gli spostamenti il mio consiglio è quello di andare a piedi perchè in questo modo si possono scoprire angoli incantevoli della città, ma se non si ha voglia di camminare troppo o se, come noi, la sera ci si vuole rilassare ascoltando musica live in uno dei pub della zona vecchia ma si è troppo stanchi per arrivarci a piedi, consiglio il taxi che è davvero molto economico. 
Pensate che il biglietto dell' autobus costa 2,5 £ a testa mentre in taxi si spendono dalle 4 alle 6 £ a corsa per andare da un'estremità all'altra della città!

Per mangiare in zona ci sono alcuni ristoranti e caffè vegan, ma  anche quelli non vegan sono molto accoglienti ed hanno opzioni vegetariane e vegane. E sono quasi tutti animal friendly :-)

Un locale che vi consiglio è il Cafè Gratitude, organic e gluten free, per una pausa pomeridiana, per la colazione o anche per un pranzo veloce. 
Noi abbiamo fatto pausa qui nel pomeriggio per riscaldarci con una buona tazza di tea e per gustarci una fetta della buonissima torta al cioccolato con noci di macadamia.

Cafe Gratitude

Esterno del Cafe Gratitude

Interno del Cafe Gratitude

Eddie, il simpatico proprietario del cafè Gratitude

Ad accogliervi al Cafè Gratitude c'è anche il simpaticissimo Teddy :-)

Il coccolosissimo Teddy

Per la cena vi consiglio Nico's Kitchen, ristorante e lounge bar vegan. Il locale è molto accogliente, con arredo particolare, piacevole e confortevole e il personale è molto gentile
Le portate del menù si possono ordinare in versione starter o main, ovvero come antipasti o come piatti completi, avendo così la possibilità di fare assaggini di più cose.
Noi abbiamo mangiato farinata con purée di melanzane, arancini con salsina al pomodoro, hummus e pane pitta, sushi e goi cuon, un piatto tradizionale vietnamita.
   
Nico's Kitchen & Lounge
L'interno di Nico's Kitchen
Goi Cuon
Sushi
Farinata con purée di melanzane
Hummus con pitta bread e olive
Arancini con salsina al pomodoro
Sicuramente da non perdere è  Brewing Brothers The Imperial, un birrificio artigianale con una vastissima scelta di birre homemade alla spina.
Per accompagnare la degustazione delle birre si può mangiare una buonissima pizza cotta nel forno a legna; la scelta di pizze in realtà non è molto ampia, ma alcune si possono avere in versione vegan, con formaggio vegano e l'impasto è davvero molto buono.

L'ampia offerta di birre homemade alla spina di BB The Imperial
I fusti di fermentazione della birra

Un posto molto originale e piacevole è il Love Cafe, locale dagli arredi molto pittoreschi, dove abbiamo fatto colazione con il classico english breakfast in versione vegan. 

English Breakfast vegan


Love Cafè

Gli stravaganti interni del Love Cafè

Una stravagante trapezista appesa al soffitto del love Cafè

Al Love Cafe anche Marley ha fatto colazione con un salsicciotto gentilmente offerto.....qui i cani sono davvero i benvenuti! :D

Questa impronta sta a significare che il locale è Dog Friendly

Ovviamente poi non mancano i pub dove poter passare le serate ascoltando musica live oppure chiacchierando tranquillamente davanti ad una bella pinta e mangiando le buonissime chips, patatine fritte tipiche dei pub inglesi che non capisco bene perchè siano sempre così buone!!! :-) 

Uno dei tipici Pub inglesi

Pub nella Old Town

Le giornate passate a Saint Leonards and Hastings sono state molto piacevoli e rilassanti, nonostante il vento gelido ed i piedi doloranti per le passeggiate chilometriche!

Domenica mattina siamo tornati a Londra e nel pomeriggio ho voluto provare l'esperienza del famosissimo e molto "british" afternoon tea, ovviamente in versione vegan :-)
Siamo andate da La suite West, albergo ristorante vegan crudista  vicino ad Hyde Park, quasi davanti alla stazione della Metropolitana di Bayswater.
L'ambiente è in stile minimalista, molto tranquillo ed accogliente ed il cibo è molto buono. Ho dato un'occhiata al menù del ristorante ricco di portate crudiste molto invitanti e penso che la prossima volta ci andrò a cena!
L'aftenoon tea è consistito in una portata di tramezzini con varie farciture, hummus e peperoni, baba ganoush e verdure grigliate, tofu strapazzato e crescione, formaggio di anacardi e pomodori e tempeh e rucola....buonissimi!!!!
La seconda portata erano i famosi scones serviti con una fresca crema di cocco e le fragole fresche e a seguire una portata di dolcetti crudisti molto golosi, torta con le mele e palline con frutta secca e semi.
Il tutto accompagnato inizialmente da un flute di succo di mela frizzante buonissimo e successivamente dal tea, io ho scelto il green tea e mia figlia il classico Earl grey.
Personalmente avrei preferito un po' più di tramezzini e un po' meno dolcetti ma è stata comunque una bella esperienza, anche se un po' costosa!
Paradossalmente la cena a la carté ha un costo inferiore all'afternoon tea a menù fisso per cui, se volete provare la cucina di questo bellissimo ristorante, vi consiglio di andarci a cena. 


Ingresso de La Suite West

La sala de La Suite West

Carinissima teiera con uno particolare meccanismo a spirale sul beccuccio per trattenere le foglie di tea

Tramezzini fantastici

Scones con crema di cocco e fragole

Dolcetti crudisti

Quest'esperienza con mia figlia, trascorsa in parte nella metropoli, in parte nella natura e in parte nelle viuzze di un borgo è stata veramente appagante e rilassante. Sono tornata carica e pronta a riaffrontare la routine.
Spero che il mio racconto vi abbia trasmesso un po' della mia carica. :-)

 

17 commenti:

  1. Bellissimo viaggio Serena. Quanti bei posti da visitare e piatti culinari da provare.
    È stato un po' come essere lì con voi, e su quei tramezzini ci ho lasciato gli occhi 😃
    Mi piace questa idea del afternoon tea 😜
    Tutto da segnarsi. Fatto!
    Alla prossima gita allora.
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quei tramezzini erano spettacolari!
      Ciao :-)

      Elimina
  2. Ciao Serena, che bel reportage che hai fatto! Posti bellissimi e quanta scelta di ristoranti vegan!
    Non sono mai stata in Inghilterra, invece sono stata a Dublino e devo dire che il paesino sul mare era molto simile ad uno che ho visitato. Posti bellissimi e quel verde delle colline!! grazie per averci fatto viaggiare con te :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io invece non sono mai stata a Dublino e mi piacerebbe un sacco!!! ....prima o poi.....
      Sì, davvero, lì il verde sembra più verde!!!
      Grazie a te per essere passata da qui :-)

      Elimina
  3. Ciao Serena! Che bei posti, e che buon cibo!

    Ma...sbaglio o il titolo del tuo post ricorda un famoso film? ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahhhhahh.....sì in effetti mi è venuta in mente l'assonanza con il titolo del film, ma per fortuna è stato molto più tranquillo come weekend :D

      Elimina
    2. Eh già! Buon per voi! ;) Buona domenica!

      Elimina
  4. Grazie per il viaggetto virtuale! Non conoscevo questi luoghi intorno a Londra, davvero interessanti! Direi che oltre a rilassarmi mi hai anche fatto tornare la fame! ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'era davvero un'aria densa di arte e creatività!

      Elimina
  5. Sicuramente sì, traspare perfettamente il tuo entusiasmo per i luoghi visitati e i locali frequentati.
    Post molto interessante, come sempre.
    Sereno we. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Dani, buon weekend anche a te!

      Elimina
  6. Un viaggio di questo tipo con la tua bella figlia è proprio il massimo!
    Grazie per avermi fatto venire voglia di partire... e per tutte le preziose info.
    Buona domenica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per essere passati di qui :-)
      buona giornata

      Elimina
  7. Ma che bello venire in viaggio con voi cara Serena grazie alle foto e alle info.
    Sono proprio contenta che sia stato un viaggio piacevole e rilassante.
    Ogni tanto ci vuole giusto?
    Un forte abbraccio
    Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te di essere passata di qui :-)
      Contraccambio l'abbraccio!

      Elimina
  8. Che bello questo weekend inglese e coccoloso! Il caffè Gratitude è davvero carino e ha un bellissimo nome :) Airbnb lo conosco da anni, da quando alla fine del 2012 ce ne parlarono degli amici perchè eravamo entrambi disoccupati e non sapevamo cosa inventarci. Abbiamo affittato la nostra stanza degli ospiti e abbiamo vissuto esperienze bellissime e conosciuto gente meravigliosa (pensa che a luglio andiamo in Galizia al matrimonio di quella che è stata una nostra ospite e che è diventata un'amica carissima). Ora però le cose sono molto cambiate, sia purtroppo per noi perchè qui non abbiamo spazio abbastanza per affittare, sia per quello che è diventato Airbnb (con cui abbiamo a che fare perchè Francesco si occupa dell'appartamento di un'amica), ossia un sito che gestisce più di 15 milioni di alloggi, nei quali si trova sempre meno lo spirito di cui parli e con cui era nato: pensa che stamattina ci è arrivata una mail che ci chiedeva se volevamo attivare il check-in automatico, ossia le persone non si guardano nemmeno in faccia, puro businness!Comunque va beh, è un discorso complicato, l'importante è che siate state bene nel posto che avete scelto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che bella questa amicizia nata da un affitto con airbnb!!!!
      Effettivamente affittare una stanza è un'esperienza che piacerebbe fare anche a me, però mio marito non è molto dell'idea per vari motivi.......vedremo....
      Purtroppo anche le cose che nascono con buoni intenti, come quello della condivisione e dell'accoglienza, quando si ingrandiscono troppo cadono nel vortice del business e perdono la loro "mission" iniziale :-(
      Nel caso di airbnb per i gestori del portale è sicuramente solo business ormai, però nelle singole esperienze penso che dipenda dalle persone, di come vivono questa cosa, sia dell'ospitare che dell'essere ospitati.....e io spero di incontrare persone che abbiano mantenuto lo spirito iniziale :D

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...