domenica 25 ottobre 2015

L'albero delle fate

Oggi vi presento un progetto di riciclo creativo realizzato da Mauro, mio marito.
E' da un po' che voglio mostrarvelo ma tra una cosa e l'altra finora avevo tralasciato di farlo.

Sto parlando dell'Albero delle Fate, questo è il nome che gli ha dato il suo creatore e si tratta di un candelabro da esterni con tante piccole luci da sembrare appunto un ramo abitato dalle fate.

Qualche settimana fa qui da noi c'è stato un forte vento che purtroppo lo ha praticamente distrutto e così ho pensato che almeno meritava di essere mostrato, anche per ispirare qualcun'altro!

Eccolo qui....




Per realizzarlo è stato utilizzato un ramo del nostro enorme olmo, frutto di una potatura, delle bacchette di legno, del fil di ferro, dei barattolini di vetro riciclati, i fondi delle lattine e un po' di smalto colorato.

Il progetto prevedeva d'inserire il ramo nel foro centrale di un tavolo da giardino, il foro concepito per l'asta di un ombrellone. Si deve considerare che almeno un terzo del ramo resterà sotto il tavolo per bilanciare la parte superiore quindi si dovrà assottigliare la parte inferiore affinché passi per il foro fino a raggiungere il gradino d'arresto; per questo passaggio mio marito ha usato un coltello da lavoro.

Una volta scortecciato il ramo e preparato come sopra, sono stati praticati dei fori per inserire le bacchette laterali. Sulle bacchette, tagliate di lunghezze progressive, sono state fatte delle scanalature alle estremità con una lima tonda, in maniera da poter fermare il fil di ferro che regge i vasetti di vetro. Sono quindi state inserite le bacchette nei fori e le giunture sigillate con colla vinilica.

Il tutto è stato verniciato con un impregnante all'acqua color noce e rifinito con vetrificante per proteggerlo dagli agenti atmosferici.



Si è quindi passati a modellare il fil di ferro per reggere i barattolini, ecco le varie lavorazioni....


E infine son stati fatti i coperchietti con i fondi delle lattine. 
I coperchietti sono stati pensati sia perchè in caso di pioggia non si riempissero d'acqua i vasetti con le candele, sia per riflettere la fiamma delle candele accese creando così maggiore luminosità.
Il fondo di ogni lattina è stato tagliato con una forbice da lattoniere, i bordi sono stati appiattiti con una pinza e sono stati praticati due fori per il passaggio del fil di ferro. Le lastre così ottenute sono state battute con un martello su una forma scavata nel legno per renderle concave e infine verniciate con smalti colorati.




A questo punto sono stati assemblati i coperchietti con i barattolini e fissati con il fil di ferro, creando un piccolo decoro all'estremità.



Ed ecco l'albero delle fate terminato con le candeline tea light!
Bravo Mauro!



Avete visto come si può creare, con un po' di fantasia e creatività, un oggetto utile, decorativo e assolutamente unico riciclando materiali altrimenti da gettare?
Vi piace?
A me piaceva molto e mi è molto dispiaciuto che il vento l'abbia rotto :-(
Beh, comunque ce lo siamo goduto tutta l'estate :-)

E poi, come ha detto Mauro, in ogni caso rientra nei cicli della Natura che le cose si trasformino.
Gli alberi crescono e poi muoiono e cadono, la sabbia diventa pietra e la roccia diventa ghiaia.
Anche le montagne non restano immutate nel tempo.
Il piacere del fare è stato superiore al piacere dell'usare; i materiali erano già stati adoperati per altri scopi e le parti superstiti saranno usate per altri progetti.
Nulla si crea e nulla si distrugge ma tutto si trasforma. :-)

30 commenti:

  1. Ciao Serena, che bello il vostro albero…molto suggestivo! Usare materiali di recupero per creare cose utili e belle dà una gioia infinitamente superiore all'acquistare il nuovo…sono completamente d'accordo!!
    Un caro saluto e buona settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carmen, grazie!
      Buona settimana anche a te, un abbraccio
      Serena

      Elimina
  2. Un albero davvero ingegnoso, peccato il vento lo abbia rovinato. Complimenti al tuo marito artista. un bacione a te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sabrina, riferisco i complimenti, grazie!
      Buona settimana, un abbraccio
      Serena

      Elimina
  3. Wooo, che bello! Tanta creatività, pazienza e molto riciclo ha reso questo vostro lavoro veramente unico e molto molto particolare! Al buio è ancora più bello!! ;) Complimenti! Buona settimana, a presto.
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale!
      Buona settimana anche a te :-)
      Serena

      Elimina
  4. bellissimo!complimenti!
    buona settimana
    simona

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Simona!
      Buona settimana anche a te
      Serena

      Elimina
  5. Bella questa autoproduzione riciclosa, mi piace moltissimo!

    RispondiElimina
  6. super le tue idee riciclose, ti seguo :)
    ciao ciao
    nina
    http://il-fiocco-chic.blogspot.it/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nina, benvenuta!
      A presto
      Serena

      Elimina
  7. Ma che bello! Bravo Mauro!!

    RispondiElimina
  8. davvero molto bello: elaborato ma semplice e d'effetto, complimenti! Minù

    RispondiElimina
  9. Idea creativa, originale e suggestiva. Sicuramente sarebbe un ottimo segnale per il vicino Halloween.
    Un sorriso per un solare fine settimana.
    ^____^

    RispondiElimina
  10. che meraviglia: complimenti a tuo marito! peccato non averlo più, per Natale avrebbe creato un'atmosfera...fatata!
    lori

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!
      Già, peccato.....ma mi ha promesso che lo rifarà ancora più bello! :-)

      Elimina
  11. vediamo se stavolta riesco a mandare correttamente il commento...è la terza volta che ci provo... :)
    Bravi bravissimi e creativissimi!!
    Grande ingegno e profonda saggezza!!
    Avete realizzato un albero delle fate meraviglioso...e l'estate prossima voglio seguirele tue istruzioni per provarci anche io.
    Baci :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Vale!
      Grazie!!!
      Un superabbraccio :-)

      Elimina
  12. Sono a bocca aperta, un lavoro fantastico. Fai tantissimi complimenti a tuo marito.
    Ovviamente me lo sono pinnato. =)
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, detto da te che sei l'esperta del riciclo creativo è davvero un bel complimento!!!! Riferisco al maritino :-)
      Ciao Dani, a presto
      Serena

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...